Il Pampepato

panpepatoIl "Pampepato" è il dolce natalizio per eccellenza di Terni. Non è infatti festa se sulle tavole non c'è il tradizionale dolce di cioccolato e "pepe" la cui preparazione si tramanda di generazione in generazione. Il panpepato è un dolce unico in quanto racchiude insieme un gusto dolce,piccante,amaro ed estremamente odoroso,ottenuto con la sapiente miscela di tanti ingredienti diversi tra loro. Il panpepato è il prodotto tipico di pasticceria dei comuni umbri ed è particolarmente amato dai Ternani e consumato durante il periodo delle festività invernali che si estendono dal 8 dicembre, festa dell’Immacolata al 14 febbraio ,festa di S. Valentino Patrono di Terni. Il “Forno Cari”, si è aggiudicato il primo premio, nel 1997, come miglior pampepato ternano.

La Pizza di Formaggio

torta di pasqua formaggioÈ questa la tradizionale pizza al formaggio, della colazione pasquale, accompagnata generalmente da salame, uova sode e da un buon bicchiere di vino. Impastate la pasta di pane già lievitata insieme alla farina e tanta acqua tiepida quanta ne occorre per ottenere un composto morbido; avvolgetelo con un panno bianco e lasciatelo lievitare fino a quando avrà quasi raddoppiato il suo volume. A questo punto amalgamatevi lo strutto, le uova intere, il lievito di birra sciolto in poca acqua, il pecorino grattugiato, l'olio, il sale ed il pepe. Dividete il composto in più stampi dai bordi piuttosto alti, ben imburrati e spolverizzati di farina. Lasciate lievitare ancora per qualche ora, poi infornate in forno caldo fino a quando vedrete la superficie delle pizze ben dorata: occorrerà circa un'ora. Fatele raffreddare e soltanto allora estraetele dagli stampi.

La Pizza Pasquale dolce

pizza-di-pasqua-dolce Preparazione del lievito: Versare la farina in una terrina, creare una piccola conca al centro e versarvi il lievito di birra precedentemente sciolto nel latte insieme a poca acqua. Mescolare il tutto aggiungendo altra acqua tiepida quanta ne occorre per ottenere un impasto morbido e consistente che potrà essere raccolto a forma di palla. Incidere la palla con due tagli a croce, coprire con un panno e riporla in un luogo tiepido fino al giorno successivo. Preparazione dell'impasto: Disporre la rimanente farina sulla spianatoia; aggiungere le uova intere, lo zucchero, il burro, lo strutto sciolto in poco latte, il rimanente lievito di birra sciolto nel latte rimasto. Infine, la pasta lievitata sbriciolata, la vanillina, il liquore e impastare tutti gli ingredienti. Se l'impasto dovesse risultare troppo duro, aggiungere ancora un po' d'acqua. Imburrare e infarinare una tortiera circolare dalle pareti alte, in cui la pasta dovrà occupare circa 1/3 del volume disponibile (ca 25 cm di diametro). Maneggiare finché la pasta non sarà diventata liscia. Sollevarla ripetutamente dalla spianatoia e lasciarla ricadere al fine di renderla più elastica. Versare l'impasto nello stampo e lasciarlo riposare. Quando sarà aumentato di circa il triplo (ca 3 ore), infornare a 150° (o finché non si sarà formata una crosta dorata). Va tenuta in ambiente tiepido e privo di correnti d'aria.